AIDA: Alta Italia da Attraversare/ ITALIA

Caratteristiche Tecniche:
Il percorso è prevalentemente in piano, in parte su piste ciclabili e si potranno visitare Milano, Brescia, Verona, Vicenza, Padova, e Venezia.
4 Beni Unesco: Il Cenacolo, Arena di Verona, Olimpico di Vicenza, Botanico di Padova.

Lunghezza Percorso:
Km 338/378

Bici:
city bike / E-bike

 

BiciLivelliFACILE_text2

Categorie: , , Tag: ,

Descrizione

A.I.D.A.

AIDA è una musica, un sogno, un movimento che ti accompagna per 900 km dal Moncenisio a Trieste; dalla Francia all’Istria.
Quello che vi presentiamo in questa proposta è la versione che parte da Milano ed arriva praticamente a Venezia. Si può fare anche in senso contrario, l’ideale poi è magari fermarsi un giorno in più per scoprire queste due fantastiche città.

ITINERARIO

Giorno 1: arrivo a Milano
Arrivo in Hotel e briefing iniziale con consegna delle bici in caso di noleggio.

Giorno 2: Milano – Romano 60 km
Lasciamo la città, percorrendo la ciclabile del Naviglio della Martesana, che fu in parte progettato da Leondardo Da Vinci. Seguiamo il naviglio punteggiato da ville, piccole cittadine piacevoli (Cernusco, Gorgonzola, Cassano), fino al fiume Adda. Oltrepassiamo il fiume su un ponte pedonale e dirigiamoci a Treviglio: non possiamo perderci il meraviglioso Polittico della chiesa di San Martino. Si prosegue per Caravaggio, il cui nome fu attribuito al famoso pittore Michelangelo Merisi, poi raggiungiamo Fornovo e Bariano. Si arriva così al fiume Serio, dove proseguiremo dritti fino a Romano, dove possiamo visitare Santa Maria Assunta nella piazza centrale: dentro la chiesa ci aspetta l’Ultima Cena, capolavoro di Giovan Battista Moroni.

Giorno 3: Romano – Brescia 51 km
Si prosegue fino al fiume Oglio.  Passiamo attraverso le vigne di Coccaglio, Rovato e Paderno che sono posizionate nel cuore di Franciacorta, patria del famoso vino a metodo classico. Dopo il castello di Passirano finalmente vedremo il profilo della vibrante Brescia, la città dalle 1.000 fontane. Superiamo il fiume Mella ed entriamo da Borgo Trento fino alla zona più centrale della città: Piazza della Loggia e Piazza della Vittoria, con il più antico grattacielo d’Italia, realizzato da Marcello Piacentini. Essendo in Brescia, non possiamo perderci il grande Foro Romano di Santa Giulia ed il Complesso Monastico Longobardo di San Salvatore, che sono siti UNESCO facilmente raggiungibili in bici.

Giorno 4: Brescia – Peschiera del Garda 62 km
Lasciamo Brescia, la Leonessa d’Italia, e passiamo dal museo delle MilleMiglia, dirigendoci a Rezzato. Passiamo attraverso le cave del prezioso marmo di Botticino e superiamo il fiume Chiese su di un simpatico ponte a schiena d’asino a Bedizzole. Stiamo avvicinandoci al Garda, il più grande lago di Italia, che ispirò molti poeti e artisti, come Valerio Catullo, che visse a Sirmione nel I secolo A.C. Scendiamo per delle colline gentili a Desenzano, sotto all’imponente ponte della ferrovia, e dirigiamoci a San Martino della Battaglia, luogo della crudele battaglia tra Francesi, Italiani e Austriaci durante la Seconda Guerra d’Indipendenza. Una torre ossario commemora la vittoria e il sacrificio di così tante giovani vite. Procediamo, e passiamo vicino alla miracolosa e silente basilica della Madonna del Frassino. Stiamo salutando la Lombardia ed entrando in Veneto, esattamente sul fiume Mincio: il Mincio presenta la propria ciclovia, e qui raggiungiamo Peschiera del Garda.

Giorno 5: Peschiera del Garda – Verona 34 Km / 74 Km
Si riparte da Peschiera, se il tour odierno vi sembra troppo breve e se non volete dedicare del tempo a rilassarvi in spiaggia a Peschiera oppure a visitare meglio Verona, c’è la possibilità di fare un tour circolare da Peschiera nel Garda Meridionale fino a Bardolino.
Si riprende l’itinerario dell’Aida: attraversiamo Salionze e assaggiamo le colline moreniche di Verona, avvicinandoci a Custoza e tagliando Sommacampagna. Dopo poco ci avvicineremo al canale Camuzzoni e Verona sarà sempre più vicina. Non possiamo perderci la sublime basilica di San Zeno, vicina alla porta omonima: troveremo la famosa Pala d’Altare, uno dei capolavori di Andrea Mantegna. Seguiamo il fiume Adige fino ad incontrare la famosa Arena romana di Piazza Bra, dove possiamo assistere ad un’ opera lirica: Aida di Giuseppe Verdi è la nostra preferita!

Giorno 6: Verona – Vicenza 71 km
Lasciamo Verona e le sue mura Shakespeariane. Superiamo un canale e seguiamo i campi bagnati dal fiume Adige fino alla solare Villa Buri: oltrepassiamo l’autostrada nei pressi di San Martino Buon Albergo e proseguiamo a zig-zag tra le vigne e le serre fino a Soave: assaggiamo per rinfrancarci un calice del vino omonimo. Stiamo passando nel mezzo di una valle amena, nella quale due castelli turriti e fronteggianti ispirarono la leggenda di Montecchi e Capuleti: potrete visitarli passando da Montecchio Maggiore. Siamo in prossimità di Vicenza,  città nobile che merita di esser visitata: godiamoci le numerose architetture del suo illustre cittadino, Andrea Palladio, e riserviamoci del tempo per visitare il Teatro Olimpico: un sito UNESCO, il più antico teatro coperto al mondo, il primo a essere costruito con criteri moderni.

Giorno 7: Vicenza – Dolo 60 km
Andiamo avanti, e seguiamo il tortuoso fiume Bacchiglione fino alla cittadina di Campedello. Lasciamo ancora il Bacchiglione fino a Bugano e Longare: dopo pochi chilometri incontreremo la ciclovia Treviso-Ostiglia a Ghizzole. Pochi chilometri più a sud ci sono le colline dai benefici influssi termali, come ad Abano Terme. Finalmente, il fiume ci condurrà ai piedi della vivace Padova: godiamoci i portici della città medievale, il famoso Prato della Valle e, se abbiamo prenotato in anticipo, il capolavoro di Giotto, la Cappella degli Scrovegni.
Finita la visita della città, torniamo alla confluenza tra il fiume Bacchiglione e il canale Piovego  e dirigiamoci a Est. Seguiamo il canale San Gregorio a sinistra fino al fiume Brenta: si passa Stra, una bella città con una villa magnifica, Villa Pisani o La Nazionale: con i suoi giardini alla Versailles, affacciati sul Naviglio e si arriva fino a Dolo.

Giorno 8: Dolo
Dopo colazione fine della vacanza oppure possibile tour a Venezia giornaliero.

Date & Prezzi

Tipologia Bici&Libertà

Partenze tutto i sabati dal marzo a Ottobre 2020.


QUOTE individuali in camera doppia

Proposta A Hotel 3***
€ 595,00 Quota individuale in camera doppia
€ 170,00 Supplemento singola

Proposta B Hotel 3***/4****
€ 695,00 Quota individuale in camera doppia
€ 190,00 Supplemento singola

€ 150,00 Servizio Trasporto Bagagli a persona
€   70,00 Noleggio Bici
€ 160,00 Noleggio E-Bike

La quota comprende:

· Nr.7 pernottamento in Hotel categoria richiesta
· Prima colazione
· App.itinerario con GPS scaricabile su smartphone
· Assistenza tecnica e telefonica
· Assicurazione sanitaria e bagaglio
· Transfer rientro (treno)
· Guida AIDA ed. Ediciclo 2020


La quota non comprende:
Viaggio A/R per raggiungere il luogo di partenza, gli extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato in “La quota comprende”.

 

 

Mappa

Chiedi Preventivo

Dati del cliente:*

Nominativo*
Email*
Telefono*
Comune di residenza*
Tipologia viaggio*:
Data di inizio viaggio*
Partecipanti:*

Adulti:
Bambini:
Specificare l'età dei bambini:
Sistemazione:*

Tipologia hotel/cabina:
Tipologia trattamento:
Numero di camere:
Se avete esigenze particolari scrivetele nelle note
Noleggio Bici:
SiNo
Assicurazione annullamento del viaggio* SiNo
Eventuali note/richieste
Acconsento al trattamento dei dati personali GDPR 679/2016 SI

Dichiari di aver preso visione ed accettare le condizioni generali di utilizzo SI

Per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

I campi contrassegnati con * sono obbligatori